1° Trofeo dell’Emigrante alla U.C. Atellana

Scritto da Mario Schiano on . Postato in Team Corse News, Gallerie fotografiche

SALVATORE GIORDANO SOLITARIO SUL TRAGUARDO

Caselle in Pittari (SA)

17 ago 2008  E’ il casertano Salvatore Giordano a vincere il 1° Trofeo dell’Emigrante disputato questo pomeriggio a Caselle in Pittari (SA), gara valevole quale indicativa regionale per la selezione campana Juniores per i prossimi Giri della Lunigiana e della Basilica.

Il portacolori della Uc Atellana ha letteralmente dominato la gara, protagonista dall’inizio alla fine, anche contro la sfortuna di una foratura e il prepotente ritorno nel finale dell’abruzzese Luca Fala della Vc Notaresco. Per il campano si tratta della prima affermazione stagionale.

Sono 42 i concorrenti a prendere il via da viale Roma alle 15 e il primo vero attacco di giornata è promosso già al km. 12 e protagonista è proprio Giordano che è subito seguito da Celano (Cycling Team Lupo), Gentile (Manzoni Molise). Il loro vantaggio sale subito a 30″. Al km. 17 si accodano alla testa della corsa anche Di Sabatino (Di Federico-Notaresco), Silvestri (Picardi), Di Micco (Corridonia).

Il vantaggio massimo dei fuggitivi è di 1’45″, mentre nel frattempo anche Bello (Rimor) si aggiunge alla fuga. Dopo il Gpm di Rofrano, dove scollina per primo Di Micco, attacca un terzetto composto da Giordano, Gentile e D’Urbano. Giordano sente la gamba girare al meglio e allora decide di attaccare al km. 44 facendo il vuoto alle sue spalle, ma di li a poco tutti gli sforzi sono vanificati da una foratura che lo appieda momentaneamente e gli fa perdere posizioni. Passa al comando Gentile seguito a 19″ da Di Micco, Bello, Di Maio, Di Sabatino e Celano. Nella lunga discesa verso Torre Orsaia, la testa della corsa si ricompatta e rientra di nuovo Giordano e proprio nel centro del paese, siamo al km. 59, arriva anche Berardi. Nella salita verso Sicilì attacca nuovamente Giordano con lui restano solo Gentile e Di Sabatino. Ma il corridore della Atellana dimostra di avere una marcia in più, si alza sui pedali e se ne va ancora una volta tutto solo. Il vantaggio del battistrada cresce fino a raggiungere la punta massima di 1’10″ sui primi inseguitori all’altezza del km. 75. Intanto alle sue spalle si mescolano le carte e al suo inseguimento si mette uno dei grandi favoriti della vigilia, ovvero Luca Fala (Notaresco). Il divario tra i due scende fino a 35″, ma Salvatore Giordano resiste e tutto solo taglia a braccia alzate il traguardo di Caselle in Pittari, dove ad applaudirlo, come ospite d’onore, c’è anche l’ex professionista toscano Andrea Tafi.

Successo meritato per il corridore campano che si guadagna un posto nella formazione regionale che andrà ai prossimi Giro della Lunigiana e Giro della Basilicata. Un degno vincitore per una corsa tecnicamente molto valida e organizzata con grande cura dagli amici di Caselle con la partecipazione tecnica della Polisportiva di Raffaele Novara che come sempre si è dato un gran da fare per il bene del ciclismo campano.

IL VINCITORE – Salvatore Giordano portacolori della Uc Atellana, residente a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) e nato il 19 settembre del 1990. Lo scorso anno è stato a lungo fermo a causa della mononucleosi, ora si è ripreso è ha conquistato la sua prima vittoria stagionale. Queste le sue dichiarazioni: “Sono stato sempre davanti, ho portato via la fuga e anche se ho sofferto molto nel finale ho voluto fortemente questa vittoria. Dedico questo successo ai miei genitori Antonio e Maddalena e al professor Cutolo che mi vogliono bene e mi sono stati sempre molto vicino”.

ORDINE D’ARRIVO

1. Salvatore Giordano (Uc Atellana) km. 89,100 in 2h40’, media 33,413 km/h
2. Luca Fala (Vc Notaresco) a 35″
3. Antonio Di Costanzo (Uc Atellana) a 1’40″
4. Marco D’Urbano (Team Di Federico – Notaresco)
5. Luigi Di Maio (Uc Atellana) a 2’10″
6. Nicola Malinconico (Cipriani Gestri)
7. Vincenzo Liccardo (Club Corridonia Campania)
8. Andrea Berardi (Uc Atellana)
9. Mattia Di Sabatino (Team Di Federico – Notaresco)
10. Danilo Celano (Cycling Team Lupo)

Corridori iscritti: 43, partiti: 43, arrivati: 26.

Servizio a cura di Giorgio Torre

Gara Nazionale Juniores

Scritto da Mario Schiano on . Postato in Team Corse News, Non categorizzato

Tre giorni intensa sulle strade della Sicilia per gli Juniores. Grande partecipazione per le due gare inserite nel calendario nazionale (Memorial Cannarella a Monterosso Almo e Trofeo Pantalica) sabato e domenica, e per la gara regionale a Melilli. In grande spolvero la squadra napoletana Atellana, i romagnoli della Nizzoli e gli isolani della Sp Energia Siciliana.
Al Memorial Cannarella, 108 km da Ragusa a Monterosso Almo, ha trionfato Luigi Di Maio dell’Atellana che ha battuto allo sprint Francesco Piazza della romagnola Nizzoli. Niente da fare nella prima giornata per le sei squadre siciliane in gara che non sono riuscite a piazzare atleti nelle prime posizioni.

ORDINE DI ARRIVO
1. DI MAIO LUIGI (UNIONE CICLISTICA ATELLANA)
2. PIAZZA FRANCESCO (TEAM NIAL NIZZOLI)
3. TROVATO ANDREA (CANEVA RECORD)
4. BERARDI ANDREA (UNIONE CICLISTICA ATELLANA)
5. CINGI LUCA (NIAL NIZZOLI)

vai alla photo gallery

 


Domenica 1 Giugno è stata la volta del Trofeo Pantalica. A vincere dopo 113 km, l’avolese Salvatore Guastella dell’Equipe Romagna. Guastella è stato il più veloce nella volata a quattro coi compagni di fuga Andrea Berardi (Unione Ciclistica Italiana), Leonardo Bonifazio (Gasano Asd) e Carmelo Cannistraro, atleta locale dell’Sp Energia Siciliana Bronte, che è stato il più attivo in corsa, passando primo sul gpm di Monte Fusco e animando tutti i tentativi d’attacco.

ORDINE DI ARRIVO
1 GUASTELLA SALVATORE (EQUIPE ROMAGNA)
2 BERARDI ANDREA (UNIONE CICLISTICA ITALIANA)
3 BONIFAZIO LEONARDO (U.C. GASANO)
4 CANNISTRARO CARMELO (ENERGYM SICILIANA)
5 FORMICA RICCARDO (ENERGYM SICILIANA)

vai alla photo gallery

 

Il Giorno della Festa della Repubblica si è replicato a Melilli. Questa volta gara del calendario siciliano ma con le squadre nazionali che avevano primeggiato nella due giorni precedente ancora protagoniste. Ad imporsi nel Trofeo Sebastiano Pistritto è Dario Calogero Gallo, dell’ Energia Siciliana. Il team brontese, diretto in ammiraglia da Saro Di Paola, ha interpretato la corsa alla perfezione. A 35 km dall’arrivo sono andati in fuga sette corridori, tra cui due della Sp, Gallo e Formica. A 10 dall’arrivo Gallo è riuscito a fare il vuoto, grazie al grande lavoro di Formica che nel gruppetto si è messo in testa a rompere i cambi, favorendo il compagno di squadra che ha tagliato in solitaria il traguardo dopo 108 km di corsa. Un weekend in crescendo per il team di Bronte, con i suoi atleti che hanno sofferto il gran caldo a Monterosso Almo ma avevano già dato segnali di ripresa al Pantalica con il quarto posto di Carmelo Cannistraro e il quinto di Riccardo Formica.

ORDINE DI ARRIVO
1 CALOGERO DARIO GALLO (ENERGYM SICILIANA)
2 BERARDI ANDREA (UNIONE CICLISTICA ATELLANA)
3 BERNARDINI SIMONE (U.C. GASANO)
4 FORMICA RICCARDO (ENERGYM SICILIANA)
5 DI COSTANZO ANTONIO (UNIONE CICLISTICA ATELLANA)